ROOMS_le stanze di Cittanova



ROOMS_le stanze di Cittanova è un progetto di esplorazione psico-geografica di Cittanova, la mappatura emozionale di un comune di circa diecimila abitanti situato nella provincia di Reggio Calabria.



Nel corso di di una serie di appuntamenti distribuiti nel corso della seconda metà del 2018 (da inizio giugno a dicembre) con un gruppo di ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni, abbiamo cercato, con strumenti molteplici, di conoscere meglio la storia di Cittanova e la sua comunità, la sua architettura, i suoi lati più nascosti e dimenticati. 

Come si può fare esperienza di una città, per imparare a conoscerla in tutti i suoi aspetti? 

Ricordandosela o facendosela raccontare attranverso incontri e interviste; 

Percorrendola: riscoprendo il camminare come attività conoscitiva ed esperienziale; 

Mappandola a distanza: (nello spazio e nel tempo) raccogliendo materiale visivo e sonoro proveniente dal passato, tracciando delle mappe e utilizzando le planimetrie per orientarsi. 

Registrandola, scomponendone e ricomponendone creativamente i ricordi e le memorie, attraverso l'uso del video e del suono, di Qr code e delle nuove tecnologie; 


Un laboratorio è fatto di prove, esperimenti, scoperte collettive, incontri inaspettati, sopralluoghi. Alcuni dei materiali presentati sono il frutto della condivisione di momenti, di messa in gioco di competenze e di curiosità, e non ambiscono alla “perfezione” di un prodotto finito, ma piuttosto alla proposta di un metodo “aperto” e in progress per riscoprire a più livelli il proprio territorio. 

Il percorso di formazione delle nuove generazioni è un processo che non può avere infatti un punto di arresto. Pensiamo a questo laboratorio piuttosto come ad un punto di partenza per far riaffiorare un nuovo senso di “appartenenza” ad una comunità, con maggiore e tangibile conoscenza di quel che Cittanova è stata e di quel che potrebbe essere ancora. 

Riattivando i sensi, risvegliando lo sguardo verso quello che ci circonda e quello che ha lasciato tracce prima di noi. Facendo esperienza con modalità diverse, anche semplicemente associando una parola all'esperienza stessa appena trascorsa, restituendo credito anche alle piccole azioni, alla quotidianità, ai luoghi di passaggio, a quelli dimenticati, a quelli mai valorizzati. Quelli abbandonati e quelli trasformati dal tempo o da nuova funzione.