1 set 2020

APORIE

Il luogo delle passioni è l'interruzione, il suo spazio è l'intervallo

[in preparazione]


un progetto DEHORS/AUDELA 
concept Salvatore Insana, Elisa Turco Liveri 
azione e partitura coreografica Elisa Turco Liveri 
con Alice Ruggero, Andrea Sassoli, Elisa Turco Liveri, Cecilia Ventriglia 
partitura visiva e sonora Salvatore Insana 
co-produzione Gruppo e-Motion, Festival Teatri di Vetro 
con il sostegno di La Briqueterie – CDCN Val du Marne, France; Dansomètre, Suisse; 
Centro di Residenza della Toscana (Armunia Castiglioncello - CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro) Florian Metateatro – progetto Oikos, AnghiariDanceHub 
e con il sostegno di Movin'Up Spettacolo – Performing arts 2018/2019

APORIE è un progetto di ricerca artistica concepito in più parti differenti, che potranno essere sviluppate separatamente e/o riassemblate a seconda dei contesti e dello stato della ricerca. Aporie è il primo risultato del nostro studio sull'esitazione come condizione pisco-fisica, come attitudine che si oppone all'arroganza del sapere sempre cosa dire, cosa fare, dove andare. Il termine aporia (ἀπορία), un concetto caro alla filosofia greca, indica l'impossibilità di dare una risposta precisa ad un problema. 
In un tempo in cui la possibilità di esercitare il dubbio è stata compressa e la retorica del parlar chiaro sembra lasciare aperte solo due possibilità: dire sì, oppure dire no, con APORIE vorremmo invece investigare il momento in cui si resta arenati, impigliati nel “frattempo”, nella biforcazione. Aporie è uno studio che, a partire dall'esitazione, prova ad inventare nuovi spazi e luoghi di sospensione temporale.